martedì 8 settembre 2015

A tutto Colore! Una casa d'atmosfera senza pensare (troppo) alle mode.

Ogni volta che torno a casa da un viaggio, torno con un senso di nostalgia. Mi innamoro sempre di ogni posto, dei suoi paesaggi, della sua storia. Mi porto dietro bagagli di ricordi e di sensazioni positive che cerco sempre di utilizzare al meglio nella mia vita quotidiana come arricchimento personale e lavorativo. 

La prima cosa che mi colpisce e quella che rimane più a lungo nella mia memoria sono i colori : il grigio azzurro del mare del Nord, il giallo intenso delle colline in Francia, il verde cupo delle foreste in Germania, l'azzurro accecante del mare della Grecia, che trova la sua eco sui tetti e sulle finestre delle case, tutte le sfumature della nostra splendida Italia. 
Ogni posto del mondo ha i suoi colori particolari. Gli impressionisti rimasero colpiti dalla luce e dai colori della Normandia, Van Gogh da quelli della Provenza. Moltissimi artisti si recavano in Danimarca, a Skagen, perché qui i colori hanno un'intensità unica. 

Quest'anno, oltre i colori della natura, mi sono portata a casa il ricordo dei colori dell'incredibile produzione di disegno industriale Danese.  Sono in genere colori delicati, sommessi, proprio come i paesaggi che si possono osservare percorrendo le tranquille strade di questa piccola nazione. 


Qui il Design fa quasi  parte del paesaggio, si percepisce un amore intrinseco per i piccoli  e grandi oggetti che accompagnano la vita quotidiana. Il Design fa parte dello stile di vita, come per noi la buona cucina. Splendidi negozi di arredamento, che mettono alla prova la sopravvivenza di ogni carta di credito, fioriscono in ogni paesino. Anche nel più rurale degli abitati ci sarà un fornitissimo negozio di design e oggettistica per la casa.

Tønder  piccolo centro ( circa 12.000 abitanti) appena dopo il confine tedesco, sono rimasta letteralmente incantata dal favoloso negozio Det Gamle Apotek , "la vecchia farmacia" , ospitato in un antico palazzo del 1600 (con finiture originali dell'epoca) dove, appunto, si trovava un' antica bottega da speziale. E c'è da dire che mai nome fu più azzeccato, perchè l'effetto che mi ha fatto visitare queste vecchie stanze, e curiosare tra gli scaffali stracolmi di oggetti, è stato terapeutico quasi come una medicina. 

Colori ovunque, sapientemente scelti , mescolati e divisi tra gli antichi ambienti. Allestimenti studiati,  curati  e perfetti in ogni dettaglio

Ecco a voi uno dei miei colori preferiti, il blu:

 perfetto con i legni chiari, allegro vicino al verde, sofisticato abbinato al rosa, caldo vicino al rame e ai toni del ruggine.






Il Grigio abbinato con grande charme al Giallo



 

Il verde,nei suoi toni più delicati




e tutti, ma davvero tutti, i colori dello spettro del visibile nella più grande esposizione di candele che io abbia mai visto (questa in foto è solo una piccola parte)! 



A Roskilde, quasi 50.000 abitanti,  capitale della Danimarca fino al 1443, quando fu surclassata da Copenhagen , dopo aver visitato la sontuosa Cattedrale in mattoni e visitato il Museo delle Navi Vichinghe, ho scovato in centro il coloratissimo negozio di Inspiration  dove, divisi su due piani, potete trovare piccoli elettrodomestici, tanto utili quanto belli, tessili di ogni tipo e oggetti per la decorazione della casa. 

Anche qui tocchi di Blu



Verde bosco abbinato al sabbia e al legno chiaro



Di Copenhagen è banale persino parlarne. Il Design è ovunque:  permea i negozi, i locali, lo si intravede dalle finestre dei palazzi. 

Questo è Daily, un piccolo locale con pietanze biologiche, pronte da gustare o da portar via, dove ci siamo fermati per fare una piacevole pausa.




Potete anche non essere degli amanti dell'arredamento ma , se passate da queste parti, non potete perdervi Hay e Illums Bolighus.

Hay è il tempio della semplicità, il Design Danese ridotto alla sua forma più pura ed essenziale. Se volete sciacquare i vostri panni di arredatore nei mari del nord fermatevi a contemplare le stanze di questo appartamento  adibito a negozio. E' tutto talmente perfetto che anche due salviette appese sembrano un'installazione artistica 


Dalle grandi finestre del secondo piano potete osservare Amagertorv, la piazza sottostante,  da una prospettiva privilegiata.


Qui regnano l'ordine geometrico e la pace stilistica. Tutto è armonia e la sensazione è come quella che si prova a visitare una chiesa , avrete timore di toccare ogni oggetto  per paura di violare la magica scenografia ( invece no...potete toccare e comprare tutto tranne le cose avvitate  a parete)




Da Illums Bolighus , gli oggetti di design sono distribuiti su tre piani che non ho avuto la forza di fotografare tutti,  sia perchè ero impegnata a curiosare, sia per difficoltà tecniche dovute al fatto che il mio adorato cane era con me e sono stata non poco impegnata ad evitare che mettesse il suo curioso musetto dappertutto. Anche qui tanto, tantissimo grigio



e tocchi di rosa.




Non ho mai dato preferenza a un colore piuttosto che a un altro in base alle mode. 
Quello che conta per me è che un colore stia bene in un contesto e che piaccia e faccia stare bene chi deve poi abitare la casa. Per questo mi piace tantissimo vedere cose come quella qui sotto: un arcobaleno di colori per i contenitori in plastica di  Nomess ,  da usare con la massima libertà creativa in ogni stanza della casa.


Lungo la strada per il campeggio sono stata attirata dalle belle vetrine di Corfixen, purtroppo era chiuso (in Danimarca i negozi aprono molto tardi e chiudono molto presto, rispetto agli orari a cui siamo abituati...)

Qui ho trovato delicate sfumature di giallo e di rosa, di verdi e di azzurri



Lasciata a malincuore Copenhagen, pensavo che non avrei più visto niente di così bello. Invece, girovagando per Skagen, paesino di poco più di 8000 abitanti, nella punta più nord della Danimarca ecco apparire Vin Specialist. Siamo entrati per curiosare tra le bottiglie di vino


.invece...

Oltre  al bianco, al rosso e al rosè , da Vin Specialist abbiamo trovato tantissimi altri colori, sparsi su  ceste, cornici, cuscini, coperte, vasi, lampade,tappeti, sedie, panche e sgabelli.






Tutto abbinato e allestito con la massima cura, anche se l'effetto sembra casuale e disordinato. 

Quello che ho apprezzato di questo viaggio nel Design è stato vedere come, nonostante le inevitabili tendenze del momento, nessun colore sia escluso dalla tavolozza. 

Si può scegliere in totale libertà e tanto il rosa cipria , quanto il verde bosco, quanto il giallo e tutti i toni del blu, si ritrovano in arredi e complementi. 

Lasciatevi ispirare da ciò che vi circonda, dalle vostre passioni, dai vostri viaggi e portate il colore nelle vostre case!

Finisce qui il nostro viaggio nello stile nordico, dalla prossima puntata si torna in Italia. 

Se questa gita non vi ha stancato e volete fare un altro piccolo tour tra colore della natura e ispirazione in arredamento potete leggere il racconto sul Sud De France cliccando QUI.

Enjoy Your Home!


Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ in cima alla pagina, a sinistra (o in basso, alla fine del post, se state leggendo la versione Mobile). Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche  lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!




2 commenti:

  1. Sono d'accordo con te quando parli dell'importanza dei colori, e di come ci si possa sbizzarrire con essi e le loro combinazioni per l'arredo. Non è semplice riuscire ad accostare i colori adatti, e in alcuni casi si rischia di ridurre la percezione dello spazio rendendolo più piccolo. Soprattutto se si usano colori scuri. Ho letto queste informazioni qui http://www.lionshome.it/it-it/magazine/details/id:33/-originali-e-creative-soluzioni-di-arredo-per-monolocali-di-20-30-40-mq/, e adesso il tuo articolo mi aiuta ad avere le idee più chiare a riguardo.

    RispondiElimina
  2. Ciao Giuseppa, hai perfettamente ragione, non è sempre facile scegliere ed accostare i colori. Si acquista sensibilità osservando e sperimentando. Grazie per il link che mi hai inviato, vado subito a leggerlo.

    RispondiElimina