giovedì 27 agosto 2015

C'è del magico in Danimarca Parte II : legno e natura per decorare gli interni

Ve lo avevo già anticipato nel post precedente, la seconda grande tendenza che ho percepito ovunque  durante il mio viaggio sulle strade della Danimarca è quella del

LEGNO E NATURA 

La Danimarca non ha i paesaggi mozzafiato ai quali noi, inconsapevolmente, siamo abituati. Non incontrerete alte vette innevate, la maestosa bellezza delle rocce dolomitiche, la varietà infinita delle nostre coste. Non vedrete quell'alternarsi di pianure e pendii, fitti boschi o foreste che un viaggio nella nostra penisola può regalare. 
La natura in Danimarca ha una bellezza sommessa, quieta, omogenea e dominata, durante il periodo estivo, da una luce intensa, così diversa da quella mediterranea. E credo che anche questo, in parte, influenzi il loro modo di fare design.

Hermann Hesse aveva scritto in non so più quale libro, letto tanto tempo fa, che non si può capire il rosso dei dipinti di Tiziano se prima non ci si è fermati a contemplare un tramonto tra i canali di Venezia. 

E' la stessa cosa per la Danimarca e il suo Design. Fermarsi a guardare i loro paesaggi aiuta a capire il loro gusto nel progettare.



Dune  nei pressi di Rabjerg Mile - Jylland settentrionale


Cottages  vicino alla spiaggia di Lokken

Grenen - Jylland settentrionale

Grenen - Il mar Baltico incontra il mare del Nord

Faro sommerso dalle dune a Rubjerg Knude, vicino Lonstrup
Tutte le foto in esterni sono di HomeRefreshing, share with love , indicando la fonte


TENDENZA NATURA


Nelle case Danesi la natura è sempre presente, in maniera elegante e discreta sotto forma di piante o piccoli oggetti decorativi in legno che non vogliono mai imitare alla perfezione le forme reali delle cose. Sono oggetti semplici, giocosi e gioiosi che sembrano usciti dai libri di fiabe per bambini.


In questo periodo le piante da interni sono un vero e proprio trend, a Nord e a Sud. Forse nei paesi scandinavi, poveri di luce e di verde per molti mesi dell'anno, quando gli alberi sono spogli o coperti di neve , questo bisogno di portare le piante in casa è più sentito, infatti foglie e fiori invadono anche i tessuti d'arredamento e conquistano ambienti finora inusuali come le cucine, i bagni e le camere da letto: una vera invasione botanica!

1
2
3
Se lo spazio manca, piccoli vasi vengono appesi per ravvivare angoli spogli  o vicino alle finestre.

4


Disporre delle belle piante in interno è un modo economico ed ecologico per abbellire e decorare gli ambienti. Per non parlare dell'allegro tocco di colore regalato dalle piante e del fatto che prendersene cura è anche un bel modo per risassarsi! Se non vi sentite portati per la cura delle piante non perdete la speranza, provate a leggere questa simpatica infografica  (realizzata da NeoMam Studios in collaborazione con Made.com) in cui un ironico algoritmo grafico vi guiderà nella scelta della pianta giusta!

http://www.made.com/it/la-pianta-giusta-per-la-tua-casa

E ora passiamo a una tendenza naturale che non richiede cure...

TENDENZA LEGNO

Oltre che con le piante, la natura entra in casa sotto forma di piccoli animali e oggetti decorativi in legno, dalle forme semplici e fiabesche. Alcuni di questi animaletti sono diventati protagonisti del Design e della tradizione per merito di storie incredibili come quella della famigliola di anatre che, nel 1959,  decise di attraversare la  strada in pieno centro a Copenhagen. Un vigile fermò il traffico, un fotografò fermò quel momento in un'immagine che fece il giro del mondo, un designer ( Hans Bolling ) scolpì nel legno quella insolita brigata, che ora fa parte di uno degli storici, quanto semplici, oggetti di design in legno preferiti dai Danesi.



6
Ed ecco una serie di tanti simpatici animaletti e oggetti in legno che possono portare un po' di allegria e di sobrio decor nelle vostre case

Sono sempre prodotti da  Architectmade, i curiosi uccellini con la testa girevole , disegnati da Kristian Vedel nel 1959.

7
La scimmietta , la zebra e tutti i simpatici animaletti di Kay Bojesen, giocattoli in legno creati negli anni '30 del secolo scorso sono praticamente una presenza costante in quasi ogni casa Danese,

8
Così come il baby elefante e l'uccellino della Gunnar Floerning collection di Lucie Kaas

9
Ed ecco altri  animaletti in legno, prodotti da Normann Copenhagen. Sul loro sito troverete anche molti altri oggetti in legno, tra cui essenziali ganci appendiabiti (come Curve o Drop it), tavolini, sedie e candelieri.

10



Interessanti oggetti in legno sono prodotti da Muubs, una ditta che si trova a Hernin, una città dalla tradizione tessile nello Jylland centrale, in cui si trova l' Heart, uno straordinario museo di arte contemporanea. 

11



12
Un altro produttore di oggetti di design in legno è Kruger, qui sotto la Ferdinand Lounge chair e la Lune pendant lamp

13

14

Tra i piccoli oggetti che mi hanno rubato il cuore ci sono gli eleganti candelieri Rolf di Freemover, in tre altezze e innumerevoli colori.

15
16

17
Scegliete il colore che meglio si abbina al vostro arredamento o mescolateli tutti, sono belli sia con le candele che senza, come semplici decorazioni.

Un altro originale e apprezzato candeliere in legno è string di Ferm Living, esiste anche in versioni un po' più colorate, cliccate sulla didascalia e date un'occhiata al sito con webshop.

18

Ed ora, oltre agli indirizzi che trovate sparsi nei vari link in tutto il post ecco un paio di indirizzi web dove andare a curiosare in cerca di ispirazione e di idee.


- ILVA, di tutto di più:  mobili, tessili e decorazione.

- Ellos, Qui troverete anche abbigliamento ma voi andate alla voce "bolig" per trovare infiniti spunti per la vostra casa.

- Au Maison, Danish Design originale e un po' insolito.  Piccoli oggetti per arredare e decorare. Sito anche in inglese.

- Decorate Shop, lo dice il nome: tutto per decorare. Non perdetevelo!

- Kaiku grande shop online con moltissimi brand, purtroppo solo in Danese e prezzi in corone (1€ = 7.43 dkk) ma, oltre alle foto dei prodotti, spesso hanno anche foto delle ambientazioni, quindi è interessante per prendere spunti.


Vi aspetto la prossima settimana con l'ultima puntata sulle tendenze dal Nord: I Colori.

Enjoy Your Home!


Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ in cima alla pagina, a sinistra (o in basso, alla fine del post, se state leggendo la versione Mobile). Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche  lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!




mercoledì 12 agosto 2015

C'è del magico in Danimarca Parte I:novità, tradizioni e tendenze da copiare (anche a portata di click!)

Come già  sapete, se seguite questo blog, quest'estate il tracciato delle nostre vacanze itineranti in camper ha toccato Germania e Danimarca. Ovviamente erano vacanze di famiglia e non un viaggio di lavoro ,il che vuol dire che in tutti i miei spostamenti ero accompagnata e sorvegliata a vista da un marito, due figli maschi e un cane. Ma come non approfittare del fatto di trovarsi in un Paese che è considerato uno tra i Leader mondiali del Design?

E così ne ho approfittato...

Il vantaggio di essere il capo comitiva del viaggio, cioè l'unico membro della famiglia che si prende la briga di leggere le guide, selezionare i siti di interesse, e fare da Cicerone a tutti i membri della piccola comitiva familiare, è quello di poter inserire, tra una Cattedrale e un Museo, anche qualche negozio di arredamento e/o Design.

Così sulle mappe di ogni città della Danimarca sono comparsi tanti cerchietti rossi a indicare dei personalissimi siti di interesse che, al resto della mia famiglia, non interessavano per nulla. Ma, tant'è, la Danimarca è un paese pieno di risorse e così, mentre loro si rifocillavano dalle lunghe pedalate (in Danimarca si gira in bici, con qualsiasi clima!) in uno degli onnipresenti venditori ambulanti di Hot Dog, io ,il più delle volte accompagnata dal cane e con il cronometro in mano, partivo in esplorazioni razzo di negozi che, se avete anche solo un piccolo interesse per l'arredamento, vi lascerebbero senza fiato.

E' stata un'esperienza affascinante, che ho riassunto per voi in quattro post, uno per ogni tendenza particolarmente forte che ho percepito,
quelle tendenze talmente evidenti da non poter sfuggire nemmeno a una fugace osservazione, fatta col naso attaccato alle vetrine, con macchina fotografica  in una mano e cane nell'altra. Quelle tendenze che galleggiano nell'aria e sono ovunque .

 Attenzione però...non voglio partire con un elogio sfrenato del Nordic Style e proporre a tutto spiano arredamenti nordici. Vorrei solo parlare di tendenze  e di idee  che possono essere di ispirazione anche per noi che viviamo qualche parallelo più a sud.

Le cose che mi hanno particolarmente colpito e che vorrei raccontarvi sono 3:

N. 1: Ceramiche
N. 2: Legno e Natura
N. 3: Colori

Nel terzo  post pubblicherò anche  le foto di qualche negozio che ho visitato. Qua  e là troverete gli indirizzi del web più interessanti che ho scoperto,per andare a curiosare e, perché no, fare un po' di shopping.

I Danesi hanno una vera e propria passione, una genuina dedizione per l'arredamento e il Design.

Questo desiderio di rendere bello e curato ogni angolo di ogni casa (o ristorante o locale o negozio...) non è desiderio di apparire o un mezzo per mostrare il proprio status sociale.

Rendere belli gli ambienti in cui si vive, rientra nella filosofia Danese dell' Hygge

http://skandinavisk.com/pages/hygge


Hygge è una parola danese non ben traducibile in italiano, e i Danesi la infilano, come aggettivo, un pochino ovunque. Si potrebbe tradurre con "accogliente" o "intimo"  . E' Hygge andare a fare la spesa in bicicletta, o fare qualcosa che fa stare bene, trovare la bellezza nelle piccole cose di ogni giorno.

Una bella casa confortevole sarà hyggeligt, così come lo è una serata con gli amici, in un bel posto, sorseggiando del buon vino e gustando dell'ottimo cibo, con la giusta atmosfera e della bella musica di sottofondo...ecco, questo è proprio il massimo dell Hyggaggine!

La cura degli ambienti rientra in questo desiderio di ricreare l' Hygge e loro riescono talmente bene in questo che quel senso di serenità che si percepisce è contagioso e capisci fino in fondo perché una bella casa rende più bella la vita.

Dopo queste poche righe, vi sentite  hygge anche voi?

Bene, ora che siete entrati nell'atmosfera giusta, posso raccontarvi cosa ho visto in giro.

TENDENZA N. 1: CERAMICHE

Vasi, vasetti, vasini di tutte le misure.  Portacandele, piatti, oggetti decorativi.  Bianchissima, con leggeri decori o colorata, la ceramica è di gran moda e riempie, con eleganti e studiatissime disposizioni, gli scaffali di ogni negozio (e di abitazione) di tendenza che si rispetti.

La Danimarca ha una antica tradizione ceramica, risalente agli ultimi decenni del '700 , che continua con successo nei corsi di laurea in Arte del Vetro e della Ceramica presso la Royal Danish Academy of Fine Arts e laproduzione ceramica è vastissima. Ed è  tutto molto sobrio, quindi non è difficile adattare qualsiasi vaso  o oggetto decorativo nelle nostre case. Tra tutto quello che sono riuscita a vedere ecco...

cosa mi sarei portata a casa:


1. Il coloratissimo servizio di tazzine per espresso Fluted Contrast , in porcellana e silicone,  della Royal Copenhagen. Storico produttore Danese di porcellana, per un prodotto nuovo e divertente da tenere assolutamente a vista in cucina.





Purtroppo girando in bici, gli oggetti ingombranti e/o fragili e/o pesanti erano esclusi dallo shopping (cioè quasi tutto...) . Per fortuna siamo nell'era di internet . Quindi, quando sarà il momento di rinnovare il parco macchine delle tazzine da caffè, potrò sempre trovarle  QUI !

2. Lo storico  Lyngby vase , (a me piace nella versione bianca) , in tutte le sue declinazioni, dalla  extralarge alla mini.



Prodotto per la prima volta nel  1936, sotto l'influenza delle teorie funzionaliste del Bauhaus, il Lyngby vase mi piace perchè è uno di quegli oggetti che sta bene davvero ovunque. Sia che ci mettiate dentro un ramo secco  , come un raffinato bouquet di rose ,  l'effetto sarà sempre strepitoso.
Potere della semplicità.

Anche il Lyngby Vase è rimasto sugli scaffali di ogni negozio visitato, anche se ogni volta la tentazione di comprarlo e di scarrozzarmelo in giro ,era fortissima.

Se anche voi siete tentati, sappiate che il Lyngby vase può essere acquistato online QUI ...

3. Tutta una serie di ceramiche di  Kalher, dalla piccola e colorata serie Botanica, al vaso Omaggio fino ad arrivare al romantico Love Song Vase.







4. L'intera produzione di Anne Black,



e non parlo solo di vasi, ma dell'intera produzione: pomelli , maniglie per mobili e gioielli compresi. Per capire fate un giro suo webshop. Per fortuna, almeno in questo caso, un souvenir piccolo piccolo sono riuscita a portarlo a casa, eccolo qui:


è il piccolo vaso Grow , in ceramica, con lunghe cordine in cuoio che permettono di appendere il vaso a soffitto . Perfetto per angolini di verde anche nelle case più piccole . Il negozio fotografato è Corfixen in Rolighedsvej 20, nella zona di Frederiksberg, Copenhagen. Per adesso non fanno spedizioni per l'Italia ma, entro un paio di mesi, sarà pronto il loro nuovo webshop con consegne in tutta Europa. Tenetelo d'occhio!


5. Altre ceramiche interessanti, che stanno bene in qualsiasi contesto, sono quelle di Ditte Fisher ,

così come la bella produzione di Casalinga (niente di italiano a parte il nome)



e quelle geometriche di Nina Meldgaard (aprite il link per vedere tutti i bei colori del suo campionario)




Ed ecco un po' di foto di ispirazione...

1

Piccole composizioni di ceramiche di diverse forme o misure, colorate o total white danno vita a qualsiasi angolo o mobile un po' spoglio.


2



3


4.


Una casa Hygge, non solo a Natale! I portalumini sono di ceramica (di Kahler)







5 - 6



Ecco ora alcuni siti interessanti che potete visitare :

(In quelli in sola lingua danese i prezzi sono esclusivamente in Corone. Nel momento in cui scrivo 1€ corrisponde a 7.43 Corone Danesi)

Luxo Living   sito solo in Danese, ma voi guardate le foto...;

Casa Casino   tantissimi brands;

Areastore,      sito molto interessante, con una piccola selezione di oggetti di Design Giapponese (sito bilingue Danese/Inglese);

 Keramik og Glasværkstedet  , anche questo sito è in Danese ma è strutturato bene e ci si orienta con le  immagini;

Stilleben    Tantissimi brands, e tutto davvero molto bello. In Danese/Inglese. Da non perdere;

butik for borddaekning  Un webshop che riunisce sette artisti artigiani. Oggetti per la tavola e per decorare;

- Menu, Design Danese dal 1976. Bellissimi oggetti in "soft minimalism";

- Lys Vintage, questo sito è un po' off topic perchè in realtà ha base ad Amburgo ma si occupa esclusivamente di Design Danese. Ottima selezione e molto ben fatto;

- Hausewerk, ceramiche e tantissimo altro.Sito con webshop e blog. Anche in Inglese;

Vi aspetto al prossimo post per raccontarvi di legno e natura. Sempre nel segno dell' Hygge!


Enjoy Your Home!




Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ in cima alla pagina, a sinistra (o in basso, alla fine del post, se state leggendo la versione Mobile). Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche  lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!























martedì 4 agosto 2015

HomeRefreshing di un armadio in poche mosse. Un restyling economico, ecologico e veloce!

Eccomi di nuovo qui, dopo due settimane di silenzio. Il mio girovagare per Germania e Danimarca si è rivelato migliore delle aspettative. Tante, tantissime le cose viste e apprezzate. E, proprio perchè tante, si stanno lentamente cucinando in pentola, nell'attesa della giusta presentazione. Aspettando di poter condividere con voi tutto ciò, con il desiderio  di poter offrire un po' di novità e di spunti che vi siano di ispirazione, vi racconto di un lavoretto di HomeRefreshing realizzato per l'armadio di una camera matrimoniale.

Cosa fare quando un armadio ha, dopo circa tredici anni di onorata carriera, qualche evidente segno di usura?

L'aspetto un pochino trasandato, le ante ingiallite dal sole che, impietoso filtra dalle finestre, qualche piccola scrostatura  sui bordi in laminato che cominciano a staccarsi. Le maniglie sono ormai consumate e, insieme al resto, contribuiscono a evidenziare l'età dell'armadio, dando un aspetto leggermente trascurato alla camera. Tutto questo fa pensare che forse è ora di

Cambiare armadio...

Ecco quindi come procedere per far realizzare una nuova armadiatura: bisogna prima di tutto far preparare  qualche preventivo per un armadio (nel nostro caso) di circa 280 cm di lunghezza x 262 cm di altezza x 60 cm di profondità, con 6 ante a battente, laccato bianco invece del laminato precedente, e attrezzatura interna comprendente 2 cassettiere con 2 cassetti ciascuna, e 3 ripiani supplementari oltre quelli in dotazione.

Bisogna poi selezionare la migliore offerta, tenendo conto della qualità , raffrontando anche i costi per trasporto e montaggio.

Oltre il costo non indifferente per la realizzazione di una armadio nuovo, fa capolino il senso di colpa dovuto al fatto di dover eliminare un armadio che ancora "funziona", nel senso che svolge perfettamente la sua funzione: l'interno è pratico e perfettamente conservato e lo spazio e le attrezzature interne sono sufficienti per le necessità di contenimento. 

E' un vero peccato portare un armadio in discarica,  producendo inevitabilmente una bella quantità di rifiuti, solo perchè, esternamente, l'aspetto è un po' malandato.

Va considerato inoltre che non è da poco nemmeno il lavoro che tutto questo comporta: svuotare completamente l'armadio, farlo smontare e portare in discarica, far montare il nuovo, risistemare i vestiti.

E qui arriva la soluzione alternativa!

Se il problema è solo estetico ed esterno, come in questo caso, in cui l'usura era limitata alle sole ante, si può risolvere con poco tempo e poca spesa, sostituendo le ante vecchie con delle ante nuove, fatte realizzare su misura, laccate  e con finitura e maniglia a piacere.

Nel nostro caso, per dare un'aria nuova alla stanza abbiamo deciso di realizzare un'anta liscia senza maniglia, in MDF light da 22 mm di spessore, laccato con 4 mani di smalto RAL 9010 . Al posto della maniglia è stata realizzata una gola, sulle sole ante sinistre, su tutta la lunghezza dell'anta .

Ante nuove=Armadio nuovo!


Ecco di seguito le foto del prima e del dopo
(si ringrazia il Welsh Terrier, Giotto, per aver gentilmente posato durante la realizzazione del servizio).

 Tutti i lavori sono stati eseguiti da

via F. Baracca - Colle Umberto (TV)
Tel, 380 326 4617
falegnameria.fontanive@gmail.com




PRIMA










DOPO






Le ante laccate di bianco, la linea pulita data dall'assenza di maniglie, è bastato solo questo piccolo make-up dal costo molto contenuto per dare un nuovo aspetto a tutta la camera. Spesso per rinnovare una o più stanze della casa non è necessario stravolgere, eliminare mobili e spendere un capitale. E' sempre possibile, con l'aiuto di professionisti e bravi artigiani,  trovare delle soluzioni alternative che mettano d'accordo estetica ed economia. 


Oltre l'HomeRefreshing dell'armadio , il restyling ha interessato anche una piccola nicchia inutilizzata, nel disimpegno che conduce alla camera e al bagno padronale. E' stato realizzato un mobile su misura, laccato bianco a incasso con ripiani e un anta con apertura push pull. Dove prima c'era uno spazio inutilizzato si è così ricavato un ulteriore comodo vano di contenimento. 


NICCHIA PRIMA




NICCHIA DOPO 






                                                           Enjoy Your Home!