sabato 30 maggio 2015

Yellow!! Colpo di fulmine per i dettagli gialli !

Il colore influenza l'umore, lo sappiamo, ma anche l'umore influenza il modo in cui scegliamo i colori. Ce ne accorgiamo sicuramente di più quando dobbiamo scegliere un vestito dall'armadio e, se la giornata non è proprio quella giusta, difficile che ci vestiremo di rosa shocking.  
Forse è per questo che, con l'euforia della primavera, le luminose giornate, i primi tepori, il tempo in più passato all'aria aperta, in questo periodo ho una speciale attrazione per gli oggetti di arredo e i dettagli gialli.
Il giallo è il colore dell'allegria, della felicità, dell'ironia (qualcuno dice dell'invidia ma, ora come ora non credo di essere molto d'accordo...), alcune citazioni gialle, anche se non proprio di arredamento,  confermano il giallo come colore scanzonato e ironico.  


Assodato quanta allegria e spensieratezza possa regalarci il giallo, perché privarcene dentro casa? Non è mai stato un colore molto considerato in arredamento e, nel caso, è per lo più stato legato al concetto di stravaganza. Se decidete di usare/osare il giallo per sprazzi di colore nelle vostre stanze tenete conto che vi aiuterà a  :
  • Mettere in risalto un dettaglio che volete sia in evidenza;
  • Sdrammatizzare un particolare che non vi piace tantissimo e che non riuscireste a nascondere o a eliminare;
  • Rallegrare un ambiente tutto bianco o eccessivamente rigoroso;
  • Illuminare e ringiovanire un ambiente scuro;
  • Dare vita e nuova luce a un arredo vintage;
  • Fare da catalizzatore in un ambiente dove ci sono già tanti colori.

Ecco di seguito tutti i punti sopra, illustrati per immagini a cominciare dal progetto di Philippe Starck a Panama dove, proprio una parete e una nicchia gialle, mettono in evidenza gli oggetti esposti, facendo calare tutto il resto in una sorta di mondo decolorato, in bianco e nero.
www.archilovers.com
www.planete-deco.fr

www.dwell.com

www.apartmentdiet.com

www.tumbtagram.blogspot.com

www.brightbazaarblog.com

www.apartmenttherapy.com

www.revistaad.es



www.archdaily.com


www.designismine.blogspot.com

www.designsponge.com

www.mommo-design.blogspot.com

www.designfieldnotes.com

https://it.pinterest.com/sipizsu/m-a-dekor/

www.artsandclassy.com

www.bloglovin.com

www.casa.abril.co.br

Enjoy Your Home!













giovedì 28 maggio 2015

Seconda Edizione del Concorso per Progettisti Proyectissimo 2015

Ancora 3 giorni (scade il 31 maggio) per partecipare alla seconda edizione del concorso online Proyectissimo 2015  lanciato   da  Habitissimo, nei Paesi in cui è presente, per premiare progetti di costruzione e ristrutturazione.

Proyectissimo è un concorso, quest'anno alla seconda edizione, organizzato da Habitissimo , marketplace online di ristrutturazione, lavori edili e servizi per la casa  . Questo concorso nasce con l’obiettivo di spingere tutte quelle idee e quei progetti di costruzione, ristrutturazione e decorazione, che apportino una sostenibilità sociale, economica e ambientale nella progettazione di abitazioni private, locali  o strutture commerciali.
 
      Habitissimo vuole premiare i migliori progetti di ristrutturazione e lavori di casa in Spagna, Italia, Messico, Cile, Argentina, Colombia e Portogallo .
      Potranno partecipare al concorso online tutti i professionisti che abbiano realizzato progetti di ristrutturazione, decorazione e sostenibilità realizzati negli ultimi 2 anni.
      La presentazione dei progetti potrà realizzarsi fino al 31 Maggio, rispettando la base del concorso indicata nella web.
 

La giuria del concorso Proyectissimo 2015 sarà composta da un gruppo di elementi interni, professionisti del settore e da un gruppo esterno  composto dai vincitori dell’edizione passata: professionisti dell’architettura e disegno di interni.
 
 Per partecipare è necessario iscriversi alla piattaforma di Habitissimo. Per chi fosse interessato il link di accesso alla base del concorso è il seguente: http://bit.ly/Proyectissimo_Italia


 
Enjoy Your Home!
 



 

sabato 23 maggio 2015

Arte e Artigianato: bellezza e valore di oggetti unici

La mano è la finestra della mente - Immanuel Kant

Fonte
Nel 2008, Richard Sennett , professore di Sociologia alla London School of Economics e alla New York University, pubblica il saggio "L'uomo Artigiano", in cui si analizza la bellezza , il valore e gli effetti (sul prodotto ma anche sulle soddisfazioni per chi lo produce) del lavoro fatto con le mani e il cuore .
L' uomo artigiano del libro di Sennett è colui che svolge "a regola d'arte" il proprio mestiere, mettendoci un forte impegno personale e trovando appagamento in quello che fa. Oggi il vero spartiacque tra  i lavoratori autonomi e i lavoratori dipendenti è l'essere padrone del proprio lavoro, amarlo e trarne soddisfazione, ogni giorno. Cosa sempre più difficile nel lavoro dipendente.
In un intervista rilasciata a il Sole 24ore, Sennett spiega come all'interno delle aziende non si sia investito sulla conoscenza e come i lavoratori, in questi anni, abbiano potuto acquisire solo una esperienza incompleta, lavorando in imprese frammentate e instabili.
Sennett evidenzia la differenza che c'è tra chi sa fare una cosa, accontentandosi di saperla fare e basta, e colui che invece è dotato dell'abilità artigianale che lo spinge a un continuo miglioramento. Oggi, nelle grandi organizzazioni questa visione non trova spazio perché le aziende non la incoraggiano.
Essere artigiano, qualunque lavoro si faccia , vuol dire pensare a quanto puoi crescere migliorando le tue abilità, ed avere tutto il tempo che serve per riuscirci. Questo non dipende solo dalla motivazione, che è importante ma non sufficiente, ma dal contesto organizzativo, che deve essere favorevole e valorizzare le persone, investendo su di loro a lungo termine.
Invece nelle aziende il focus è brevissimo.
Il modello artigiano del passato ci insegna una cosa importante: il senso del tempo. Per diventare maestri ai tempi antichi ci volevano anni.
L'arte si impara con il tempo e con la collaborazione : la formazione non è un'attività che si può portare avanti da soli, richiede condivisione delle conoscenze, scambio di critiche reciproche, controllo continuo dei progressi. Tempo e cooperazione sono valori tradizionali che alla lunga producono risultati, soprattutto se l'obiettivo  è la produzione di beni e servizi di qualità, che non si costruiscono con la fretta, ma basandosi sulla crescita continua delle competenze.
Rimanendo entro i confini  nazionali, le stesse teorie di Sennett sono esposte da Stefano Micelli, docente di Economia all'Università Ca' Foscari che , nel suo libro "Futuro Artigiano" , sostiene come, separare il sapere manuale da quello  accademico e scientifico, sia stato un errore madornale per la nostra economia. 
Speculazioni sociologiche ed economiche a parte, chi di noi non ha mai apprezzato, nel suo piccolo, la soddisfazione che si prova nel realizzare qualcosa con le proprie mani?

Ricordo quanto mi piaceva, all'università, mettere insieme pezzi di balsa per trasformarli in piccole architetture. E, ancora prima, al liceo, vedere il foglio bianco riempirsi di linee che prendevano la forma di futuristiche prospettive. Quando facevo le medie c'era ancora l'ora di educazione tecnica ed era tecnica per davvero: c'erano i laboratori di fotografia e sviluppavamo nella camera oscura, intagliavamo compensato con il seghetto, facevamo lavori con chiodi, legno e fili di lana. E' così che qualcuno di noi ha scoperto un talento o una passione.
  
L'artigiano è una persona comune, che ama il suo lavoro e migliora le sue  capacità giorno per giorno,
è una persona la cui creatività e il cui talento sono arricchiti dalla tecnica e dall'esperienza.
Il nostro è un paese ricco di artigiani, che ha sempre fondato la sua ricchezza e la sua cultura sul lavoro artigiano. E proprio  nel momento in cui l'industria svolge il suo sguardo a paesi lontani, alla ricerca di lavoro a basso costo, qui da noi si riscopre il valore delle cose uniche e fatte a mano, con calma, con amore e competenza.
E' con questi presupposti che nascono in Italia realtà di cooperazione artigiana di diversa natura, come quella  di "Famocose makerspace", spazio coworking a Roma, incubatrice di idee , laboratorio e luogo di incontro  per creativi ed artigiani di ogni tipo ma anche spazio per la formazione con corsi e laboratori per adulti e bambini.



Qui si incontrano artigiani con formazioni diverse, che si scambiano idee, competenze e creano sinergie. Tutti con un unico obiettivo: realizzare cose, per sentirsi realizzati.

Lo stesso principio ha guidato la fondazione di Slobs, un network di 20 artisti-artigiani riuniti da Barbara Vergnano e Vera Montanari nella magica cornice di una corte settecentesca a Milano .

I prodotti realizzati da questi venti artisti, che rappresentano la qualità, l'eccellenza e le capacità tecniche e creative del nostro artigianato sono opere uniche, che raccontano la storia delle nostre tradizioni ma anche la capacità di innovazione e l'instancabile spirito di ricerca tipici del (Hand) Made in Italy.






















 Dall'alto verso il basso
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20

La loro unicità è in grado di rendere unico anche l'ambiente in cui si trovano. Sono oggetti il cui valore intrinseco è fatto di storia, di tradizione, di studio, creatività, esperienza e tecnica . Scegliere di acquistare un oggetto di artigianato o far realizzare artigianalmente un mobile, una decorazione, un complemento, vuol dire scegliere un'eccellenza,  il valore di un'opera irripetibile, vuol dire scegliere di dare un futuro ad una tradizione.
Enjoy Your Home!

sabato 16 maggio 2015

Piccole idee di HomeRefreshing


Quante volte succede di fermarci a guardare un angolo di una stanza che, ancora dopo tanto tempo ci lascia insoddisfatti. Ci sono sempre dei posti di casa che hanno ricevuto meno attenzioni rispetto al resto, perché abbiamo dato la priorità ad altri spazi, perché aspettiamo di poter avere un budget discreto prima di prendere una decisione o semplicemente perché siamo a corto di idee.
Invece di scoraggiarci, questo piccolo senso di insoddisfazione  deve diventare lo stimolo per farci partire a caccia di idee e di ispirazioni per rendere gradevole anche quell'ultimo angolino impersonale.
Le immagini che vi presento oggi, prendono spunto da una serie di "come potrei fare..." e di "vorrei..." che ho sentito pronunciare girando per diverse case. Sono piccole idee semplici, ispirazioni, che chiunque può mettere in pratica da solo e con poca spesa, interpretandole secondo i propri gusti e adattandole ai propri spazi in base alle dimensioni e allo stile.
Cuscini, plaid e tappeti
Ormai è risaputo, il modo più semplice e immediato per rinnovare spenti soggiorni e asettiche camere da letto è quello di ammorbidire e scaldare tutto con i tessuti: coperte, cuscini, tappeti sono in grado di cambiare l'aspetto di un'intera stanza in un attimo.
Il resto dell'ambiente può rimanere anche vuoto e privo di dettagli importanti, ma dei bei tessuti coordinati sapranno regalare un'eleganza rilassata e assolutamente personale.

Ma mi raccomando, niente copridivani e copriletti tirati come dopo un lavaggio a 60° e cuscini rigidamente disposti in fila come soldati al presentat arm. La parola d'ordine è "relax"!





1- www.etsy.com  2- www.jakeberries.tumblr.com 3- www.fantastikfrank.se 4- Hitta Hem 5- www.remodelista.com


            1. La cerise sur le Gateau                                        2. bloomingville su vtwonen








                     3. Ferm living                                                              4. Marimekko


          
 Pareti ad effetto


Un altro modo semplice per sottolineare e dare personalità ad  uno spazio è quello di evidenziarlo con il colore. Cambiare aspetto ad una sola parete può avere un effetto incredibile. Guardate la differenza di stile che si ottiene nell'angolo pranzo fotografato qui sotto, solamente cambiando il tema e il colore della parete di fondo.
Fateci caso, tutto il resto è rimasto invariato eppure l'effetto d'insieme è straordinariamente diverso.



1- www.referance.wordpress.com  2- www.weheartit.com

Se non volete usare la carta da parati, potete armarvi di rullo, pennelli e colori e sbizzarrirvi per dare un nuovo stile alle vostre pareti. Non è detto che dobbiate per forza creare una parete omogenea e "piatta", se siete dotati di un pizzico di pazienza, potrete realizzare in poco tempo, con poca spesa e con grande soddisfazione una raffinata parete a righe o a grandi fasce, verticali o orizzontali.




1- www.elledecor.it  2- www.solebich.de 3- www.theinspiredroom.net

Un tocco nuovo in cucina

Cambiare la cucina, nel senso di smantellarla per comprarla completamente nuova è forse un investimento che si fa una volta sola nel corso di una vita. Nel frattempo che i mobili ci fanno compagnia, per qualche lungo decennio, non è detto che dobbiamo rassegnarci a non cambiare mai aspetto alla stanza che è in assoluto la più sfruttata di tutta la casa. Se vi piace cucinare ed avere tutto a portata di mano e apprezzate uno stile rilassato e informale, potete pensare di rinnovare la vostra cucina sostituendo i pensili  con dei ripiani o dei contenitori a giorno.




1- www.bodieandfou.com  2 e 3- www.nordicdays.blogspot.com 4- www.thedesignchaser.com


Decorare con gli oggetti del cuore

Le mensole e gli scaffali sono un modo economico e versatile per cambiare aspetto anche al living e possono essere d'aiuto per esporre i nostri oggetti del cuore, tirandoli fuori dai mobili e facendoli diventare vere e proprie decorazioni. Ricordate solamente che, quando si espongono oggetti su scaffali o vani a giorno, l'ordine è di rigore. Pochi oggetti, ordinati, coordinati ed esposti come se doveste sistemare la vetrina di un negozio.




1- www.amerrymishapblog.com 2-  www.myparadissi.com 3- www.planete-deco.fr  4- www.thedesignfiles.net

E il bagno?

Il bagno trattatelo al pari delle altre stanze della vostra casa, anzi meglio. Non fatelo sentire un locale di servizio, un ambiente di serie B. E' la  stanza in cui iniziate la giornata, quella in cui vi guardate allo specchio raccogliendo le energie per affrontare alla grande il mondo esterno. Quindi merita tutte le vostre attenzioni. Dei ripiani in più inglobati nel nuovo colore alle pareti aggiungono praticità e grinta. Una lunga mensola in legno grezzo diventa un piano di appoggio comodo ( anche per gli specchi), i cesti in vimini arredano e sono dei pratici contenitori.



1- www.interiorbreak.it  2- www.solebich.de 3- www.decoratrix.com

Se invece il vostro bagno è già perfetto e non ha bisogno di essere ringiovanito, dategli ugualmente quel tocco in più. Provare ad aggiungere un semplice sgabello in legno, gli regalerete un aspetto personale e molto chic!
  

1 e 2 - www.myparadissi.com
Se il vostro "come potrei fare..." o "vorrei..." non hanno trovato ispirazione tra queste foto, scrivetemi, sarò felice di cercare insieme a voi nuovi spunti per rendere più belle le vostre case.

Enjoy Your Home!